Community of Practice Italy

26 Febbraio 2021 / 3PM – 6PM
ONLINE

Cosa è il progetto FAIRNESS?

Il progetto FAIRNESS  concerne l’implementazione della “roadmap di Stoccolma” connessa all’attuazione di alcune direttive dell’UE (2016/343, 2016/800, 2016/1919, 2013/48/UE) considerate in presenza di indagati o imputati coinvolti in reati legati al terrorismo (Direttiva (UE) 2017/541) o radicalizzazione (Risoluzione del PE 2015/2063 INI), attraverso la promozione di un’armonizzazione delle pratiche giuridiche degli Stati membri.

LA ROADMAP DI STOCCOLMA

In particolare, il progetto intende esplorare la coerenza tra lo «spirito» e le disposizioni della «Stockholm’s roadmap» con le pratiche investigative e preventive (compresa la Direttiva 2014/41/UE e le Decisioni quadro del Consiglio 2002/584/GAI) che coinvolgono indagati o imputati nella fase pre-processuale.
I principali obiettivi si possono così sintetizzare:

Sviluppo capacità

Sviluppo delle capacità dei professionisti nazionali ad affrontare questioni relative ai diritti delle persone, indagate o accusate di reati associati al terrorismo, e rafforzamento di prassi di scambio e cooperazione informativa tra le autorità nazionali competenti.

Riduzione dei rischi di violazione dei diritti del giusto processo

Riduzione dei rischi di violazione dei diritti del giusto processo, attraverso una migliore conoscenza della legislazione e delle prassi amministrative relative al terrorismo, alla radicalizzazione e alla prevenzione che disciplinano i diritti di indagati e di imputati nei procedimenti penali, con particolare attenzione agli FTF (Foreign Terrorist Fighters) e ai diritti delle persone minorenni.

Crescita della consapevolezza dei responsabili istituzionali

Crescita della consapevolezza dei responsabili istituzionali, delle organizzazioni legali e della società civile, compresi media e ONG, attraverso un miglioramento degli strumenti di conoscenza e comunicazione e con la creazione di una rete multilivello tra attori istituzionali e non istituzionali, anche allo scopo di rendere i risultati del progetto facilmente accessibili e il più ampiamente diffusi.

Iniziano le CoPs

Nell’ambito del pacchetto di lavoro 4 del progetto, la Fondazione Agenfor International, in collaborazione con il Ministero della Giustizia e con il gruppo di partner internazionali del Consorzio per il progetto FAIRNESS della Commissione europea, organizza 1 e 3 DICEMBRE 2020, due gruppi di discussione e dei laboratori di co-creazione di CoPs (Communities of Practices) in modalità online, tramite la piattaforma Zoom.

L'obiettivo

Le CoPs (Communities of Practices) sono finalizzate alla progettazione di nuove strategie per la piena attuazione delle Direttive UE e alla misurazione della loro coerenza da un punto di vista multidimensionale. È prevista l’organizzazione di cinque comunità di pratica (CoPs) nei paesi partner del progetto (Italia, Bulgaria, Germania, Olanda, Portogallo).

Le attività

Tali attività sono costituite da gruppi di professionisti legali provenienti da diversi enti, agenzie e ambiti di conoscenza, destinati a diventare unità strutturali di FAIRNESS, anche se attraverso una partecipazione volontaria e indipendente. Pertanto, il progetto coinvolgerà in proposito esperti quali: giudici, pubblici ministeri, avvocati, forze di polizia e LEA, polizia penitenziaria, ONG specializzate nella prevenzione criminale, docenti universitari ed esperti privati, attivisti per i diritti civili e rappresentanti delle vittime.

Nell’implementazione delle CoPs, saranno attivate funzionalità e metodologie proprie dei laboratori co-creativi nei quali multi-agenzie ed esperti multidisciplinari si incontrano prima in un panel guidato in modalità online ed in seguito lavorano ad una piattaforma IT per generare progetti creativi, soluzioni e proposte su argomenti specifici, a partire da scenari di esperienze reali per l’applicazione delle Direttive e delle Decisioni quadro dell’UE suindicate. Nello specifico nelle giornate dell’1 e del 3 DICEMBRE 2020, si analizzeranno 2 casi giudiziari in relazione alla Direttiva 2016/800 EU, per valutarne i potenziali impatti e le possibili prestazioni, con l’obiettivo di armonizzare le pratiche nazionali dei diversi Stati membri valorizzando, al contempo, un approccio di base.

Reach Us

Viale Col di Lana 6

20136 Milano

+39 3293578090

hi@fairnessproject.eu

Leave A Message

Share This